Home Varia Quanto latte in polvere viene aggiunto a un litro d’acqua?

Quanto latte in polvere viene aggiunto a un litro d’acqua?

0
Quanto latte in polvere viene aggiunto a un litro d’acqua?
closeup of powdered milk and wooden spoon.

La preparazione del latte in polvere per neonati dovrebbe essere un’operazione relativamente semplice, poiché le indicazioni sono stampate chiaramente sulla scatola dal produttore, giusto?

Tuttavia, le giovani mamme non sono ancora sicure, temendo di sbagliare la miscela da mettere nella bottiglia e chiedono ancora e ancora sui forum: “Quanta polvere di latte si mette in un litro d’acqua?”

Scopriamo se:

  • hai bisogno di un litro di latte in polvere preparato per un pasto del tuo neonato
  • quale tipo di acqua usare per preparare il latte in polvere per neonati
  • quale è la procedura corretta per preparare il latte in polvere per neonati
  • Iniziamo con il primo punto e chiarire se:

Hai bisogno di un litro di latte in polvere preparato per il tuo bambino?

Hai bisogno di un litro di latte in polvere preparato per il tuo bambino?

Nessun neonato beve un litro di latte in polvere in un pasto. La prova suprema? Non esistono biberon così grandi, poiché non hanno alcuna utilità!

Come si sa, le scatole di formula per il latte in polvere per neonati contengono le istruzioni di preparazione, anche se non sempre offrono raccomandazioni dettagliate. Sarebbe difficile renderle complete. Forse dei workshop online dai produttori e dai pediatri potrebbero eliminare alcune delle perplessità dei genitori in merito.

In genere, per ogni 30 ml di acqua, si aggiunge una misura di latte in polvere (si riempie il cucchiaio dosatore che si trova nella scatola e poi si passa sopra i bordi con il lato liscio, asciutto e perfettamente pulito di un coltello da cucina, in modo che non sia una misura “a punta”).

Il motivo? Quando si prepara il latte in polvere per neonati, non è una buona idea pensare che “meglio abbondare che mancare”. Rispetta le quantità esatte sia di acqua che di latte in polvere se vuoi che tutto sia a posto. Né di più, né di meno, ecco il principio quando si prepara il cibo per un bambino nutriti artificialmente, non al seno.

Resisti ad ogni costo alla tentazione di mettere più polvere o più acqua, perché la miscela può diventare troppo concentrata, il che non sarebbe salutare per i reni del neonato o, nella seconda situazione, si può diluire troppo la miscela, il che avrebbe come effetto il fatto che il tuo piccolo non sarà alimentato come dovrebbe. Tutto questo dopo che, comunque, è svantaggiato, poiché non può godere del latte materno come gli altri bambini.

Per l’ordine di preparazione, prima si mette l’acqua, poi la quantità indicata di latte in polvere. Il motivo è che così si evita la formazione di grumi e la polvere è più facile da sciogliere, rispetto ad aggiungere il latte in polvere all’acqua come una pioggia. Mescola molto bene, fino a quando non si scioglie completamente.

Qual tipo di acqua si usa per preparare il latte in polvere per neonati?

Qual tipo di acqua si usa per preparare il latte in polvere per neonati?

Acqua potabile che viene fatta bollire per un minuto e poi lasciata raffreddare a temperatura ambiente.

Tuttavia, sarebbe consigliabile evitare di utilizzare acqua di fonte o acqua del rubinetto (se possibile), poiché potrebbero contenere elevate quantità di nitrati, cosa molto pericolosa per un bambino così piccolo. Scegli piuttosto l’acqua minerale senza gas, che ha un contenuto di sodio più basso (vedi questa specifica sull’etichetta).

Se tuttavia si utilizza, per diverse ragioni oggettive, l’acqua del rubinetto, questa dovrebbe essere sempre bollita e filtrata.

Inoltre, gli specialisti in nutrizione neonatale consigliano di bollire l’acqua anche se si tratta di acqua in bottiglia, poiché in questo modo si riduce a zero il rischio che i neonati sperimentino diverse possibili infezioni intestinali causate dall’alimentazione con un latte in polvere contaminato a causa di acqua inadeguata.

E poiché stiamo parlando di contaminazione, dobbiamo anche dire che l’acqua calda è preferibile anche per un’altra ragione: le formule di latte in polvere non sono sterili. Per questo motivo, anche se i produttori adottano tutte le precauzioni per eliminare qualsiasi pericolo, può succedere che la polvere di latte in polvere per neonati sia contaminata in fabbrica con due delle batteri più pericolose per la salute dei bambini: Cronobacter e Salmonella. È una verità che le mamme dovrebbero tenere a mente, soprattutto quelle che per comodità preferiscono dare ai loro bambini il latte in polvere anziché allattarli naturalmente, come facevano le donne delle generazioni precedenti.

È necessario che l’acqua di preparazione abbia una temperatura superiore ai 70 gradi Celsius, poiché in questo modo è possibile sterilizzare il composto di latte in polvere a casa, annientando quei tipi di batteri che potrebbero infettare il latte in polvere.

Come si prepara esattamente il latte in polvere per neonati?

Basta portare l’acqua al punto di ebollizione e poi aspettare qualche minuto che si raffreddi (tra 5 e 30 minuti) prima di aggiungere la polvere.

È sbagliato essere troppo di fretta e non aspettare questo intervallo di tempo. Cosa può accadere se si aggiunge la polvere di latte in polvere all’acqua bollente? Esattamente come quando si versa l’acqua su una dose di polvere, si formeranno grumi che saranno molto più difficili da dissolvere successivamente mescolando.

Poi si lascia raffreddare il latte così preparato fino a raggiungere una temperatura adatta al bambino. Per accelerare il processo di raffreddamento, si può immergere il contenitore contenente il liquido nell’acqua fredda.

Ci sono bambini che preferiscono il latte un po’ più freddo, ma dobbiamo riconoscere che di solito preferiscono il latte caldo perché dà loro una sensazione di benessere, almeno in parte simile a quella che avrebbero se fossero allattati naturalmente al seno. Ciò non significa che il latte debba essere dato al bambino caldo, ma a una temperatura il più possibile vicina a quella del latte materno.

Riguardo alla domanda del titolo: “Quante dosi di latte in polvere si aggiungono a un litro di acqua?”

Partiamo dal semplice fatto che per 30 ml di acqua si aggiunge un misurino colmo di latte in polvere. Come indicato sulla scatola.

Dividi 1000 ml di acqua per 30 e il risultato è il numero di misurini. Sarebbero necessari 33,33 misurini per un litro, ma… sicuramente non è necessaria una quantità così grande di latte in polvere preparata in una volta, poiché è meglio nutrire il bambino con una miscela fresca ad ogni pasto.

All’inizio, nei primi 2 giorni, quando è molto piccolo, anche 30 ml per porzione sono sufficienti e se il bambino ne vuole di più, si può semplicemente preparare altri 30 ml.

Non affrettarsi a preparare troppo latte in polvere in una volta sola, perché alla fine si dovrà buttare via e sarebbe un peccato!